fun

[ Salta al contenuto della pagina ]

Access key definite:
Vai alla pagina iniziale [H]
Vai alla pagina di aiuto alla navigazione [W]
Vai alla mappa del sito [Y]
Passa al testo con caratteri di dimensione standard [N]
Passa al testo con caratteri di dimensione grande [B]
Passa al testo con caratteri di dimensione molto grande [V]
Passa alla visualizzazione grafica [G]
Passa alla visualizzazione solo testo [T]
Passa alla visualizzazione in alto contrasto e solo testo [X]
Salta alla ricerca di contenuti [S]
Salta al menù [1]
Salta al contenuto della pagina [2]

Sezione contenuti:

[ Salta al menù ]

Dettaglio procedura

Questa funzionalità permette di visualizzare i dati della procedura selezionata, compresi i documenti relativi al bando, ovvero ai documenti che sono richiesti ai concorrenti. Premendo il pulsante "Lotti" si accede alle informazioni di dettaglio dei lotti facenti parte della procedura.
CONTENUTO AGGIORNATO AL 08/08/2022

Sezione Stazione appaltante

Messinaservizi Bene Comune
Alberti Benedetto

Sezione Dati generali

BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA TELEMATICA CON INVERSIONE PROCEDIMENTALE - SERVIZIO DI MANUTENZIONE DEL VERDE PUBBLICO DEL COMUNE DI MESSINA - OPERAZIONI DI POTATURA, SFALCIO E DISERBO AREE COMUNALI - DURATA 24 MESI.
Servizi
Procedura aperta
Offerta economicamente più vantaggiosa
5.036.925,40 €
22/04/2022
30/05/2022 entro le 14:00
G00876
In aggiudicazione

Sezione Documentazione richiesta ai concorrenti

Busta amministrativa
Busta tecnica
  • Relazione tecnica servizio offerto
Busta economica

Sezione Comunicazioni della stazione appaltante

  • Pubblicato il 08/08/2022
    Convocazione seduta pubblica - Posticipazione data. - Si comunica che a causa di un'esigenza sopravvenuta, la seduta pubblica di gara convocata per giorno 09.08.2022, ore 16.30, da tenersi presso gli uffici della Messinaservizi Bene Comune SpA, siti in Messina, Via Gagini n. 21, viene posticipata al giorno 11.08.2022, ore 11:00.
  • Pubblicato il 05/08/2022
    Convocazione seduta pubblica - E' fissata per giorno 09.08.2022, ore 16:30, presso gli uffici della Messinaservizi Bene Comune SpA, siti in Messina, Via Gagini 21, la seduta pubblica di gara in cui la Commissione Giudicatrice procederà alla lettura dei punteggi attribuiti alle singole offerte tecniche e darà atto delle eventuali esclusioni, secondo quanto prescritto nel disciplinare. Nella medesima seduta si procederà all'apertura delle buste contenenti le offerte economiche ed alle relative valutazioni.
  • Pubblicato il 01/07/2022
    La commissione giudicatrice ha aggiornato i lavori di valutazione delle offerte tecniche (inversione procedimentale) alla seduta riservata del 7 luglio 2022, con inizio alle ore 9:30.
  • Pubblicato il 29/06/2022
    Comunicazione apertura offerte - Facendo seguito al provvedimento del Direttore Generale della Messinaservizi Bene Comune SpA n. 183 del 21.06.2022 riguardante la nomina della Commissione Giudicatrice per l'espletamento della gara in oggetto, si procede alla convocazione della seduta pubblica destinata all'apertura delle buste chiuse elettronicamente contenenti le offerte tecniche, da tenersi a distanza attraverso le procedure telematiche previste dalla piattaforma telematica e-procurement adottata dalla Società, per giorno venerdì 01.07.2022 alle ore 10. Non rispondere alla seguente Pec in quanto è generata in automatico dal sistema. Ogni comunicazione dovrà essere inoltrata esclusivamente attraverso la Piattaforma Appalti - Area Personale - Servizi - Comunicazioni. Eventuali comunicazioni, inerenti l'oggetto, inviate direttamente all'indirizzo pec o comunque attraverso un canale diverso dalla piattaforma telematica potrebbero essere bloccate e/o non trattate; resta esclusa ogni responsabilità dell'Amministrazione nel caso di inosservanza delle presenti istruzioni.
  • Pubblicato il 06/06/2022
    R: seduta di gara - QUESITO: Buongiorno, si chiede se la seduta pubblica verrà svolta in modalità telematica, e in tal caso si chiede il link per la connessione. Si rimane in attea di ricevere in ogni caso comunicazione circa la seduta (data e modo). Cordiali saluti. RISPOSTA A QUESITO: In esito alla VS richiesta si rappresenta che il Bando di gara prevede la procedura con inversione procedimentale. Pertanto, per come previsto dal Disciplinare di gara, che sicuramente avete letto, si prevedono i seguenti passi: - La Commissione giudicatrice è nominata ai sensi dell'art. 9, comma 22 della L.R. n.12/2011 e ss.mm.ii., dopo la scadenza del termine per la presentazione delle offerte, e risulta in corso di individuazione da parte dello specifico servizio UREGA di Messina; - Il Presidente della Commissione giudicatrice, ricevuta la comunicazione di conclusione delle operazioni di competenza del RUP (nomina Commissione giudicatrice), fissa immediatamente la data della prima seduta pubblica e il calendario delle successive sedute; - Il Presidente della Commissione giudicatrice, eventualmente assistito dal RUP abilitato all'utilizzo della Piattaforma telematica, procederà, in seduta pubblica, alla apertura delle buste chiuse elettronicamente, concernenti le offerte tecniche dei concorrenti ed alla verifica della presenza dei documenti richiesti dal bando di gara e dal disciplinare; - Successivamente in una o più sedute riservate la Commissione giudicatrice procederà all'esame ed alla valutazione delle offerte tecniche e all'assegnazione dei relativi punteggi applicando i criteri e le formule indicate nel bando e nel disciplinare; - Successivamente, in seduta pubblica, la cui ora e data saranno comunicate ai concorrenti a mezzo piattaforma telematica sul portale appalti, con valore di notifica, la Commissione giudicatrice darà lettura dei punteggi attribuiti alle singole offerte tecniche e darà atto delle eventuali esclusioni dalla gara dei concorrenti; - Nella medesima seduta, o in una seduta successiva, la Commissione giudicatrice procederà alla apertura della busta contenente l'offerta economica e quindi alla relativa valutazione, secondo i criteri e le modalità descritte nel disciplinare; - La Commissione giudicatrice procederà dunque all'individuazione dell'unico parametro numerico finale per la formulazione della graduatoria, ai sensi dell'art. 95, comma 9 del Codice; - La Commissione giudicatrice, conclusi i lavori, trasmette al RUP, un verbale contenente l'esito della valutazione delle offerte, ai sensi dell'articolo 9, comma 25, l.r. 12/2011 e ss.mm.ii.: - Successivamente a tali fasi, il RUP procederà alla valutazione dei requisiti amministrativi dei partecipanti secondo quanto previsto dal disciplinare. Pertanto, in esito a quanto sopra, si provvederà ad informare per tempo in concorrenti, tramite il Portale Appalti, sulle procedure di gara come previste dal bando. Il RUP
  • Pubblicato il 27/05/2022
    R: richiesta chiarimento - QUESITO: Si chiede di sapere se la parte di appalto riguardante la raccolta e smaltimento dei rifiuti richiesta al punto 5.5.2 del bando di gara sia totalmente subappaltabile e qualora lo fosse se il subappaltatore debba essere in possesso del requisito di cui al punto 5.5.1 del bando di gara. RISPOSTA A QUESTITO: in risposta al quesito posto si conferma che il requisito di cui al comma 2 dell'art. 5.5.1. del bando di gara, trattandosi di servizio non principale rispetto a quello oggetto di contratto, può essere concesso in subappalto, facoltà da indicarsi, in sede di partecipazione, nell'apposita sezione del DGUE. Il RUP
  • Pubblicato il 24/05/2022
    R: manutenzione del verde lotto 4 e 7 - QUESITO: Buongiorno con la presente si chiede conferma sulla possibilità di partecipare ai lotti 4 e 7 avendo un requisito di fatturato superiore ad Euro 458000 . Porgo distinti saluti . RISPOSTA A QUESITO: Ai sensi dell'art. 5.5.2 il fatturato globale annuo, per ognuno degli ultimi tre esercizi finanziari, non deve essere inferiore agli importi indicati e specificati nello stesso articolo. Il RUP
  • Pubblicato il 24/05/2022
    R: ISTANZA DI PARTECIPAZIONE - QUESITO: Buongiorno, nell'istanza di partecipazione nella parte dedicata alla legge 68/99, si prega di specificare cosa si intende per codice società. Nell'attesa di un Vs. cortese riscontro, cordialmente salutiamo. RISPOSTA A QUESITO: Per codice società si intende il Codice Società INAIL. Il RUP
  • Pubblicato il 20/05/2022
    R: Richiesta chiarimento - QUESITO:Facendo riferimento alla Vs. conferma in risposta al quesito n.4 pubblicato il giorno 18.05.2022 che di seguito si riporta: lart. 4.7 vincolo di aggiudicazione del bando di gara prevede che, conformemente a quanto previsto dall'art. 51 del D. Lgs. 50/2016, per la successiva aggiudicazione saranno seguiti i seguenti criteri: 1. Possono essere presentate offerte per un solo lotto, per alcuni o contemporaneamente per i lotti 1, 2, e 3, e potranno essere aggiudicati allo stesso offerente un massimo di n. 1 lotti; 2. Possono essere presentate offerte per un solo lotto, per alcuni o contemporaneamente per i lotti 4, 5, 6 e 7, e potranno essere aggiudicati allo stesso offerente un massimo di n. 1 lotti; 3. Possono essere presentate offerte per un solo lotto, per alcuni o contemporaneamente per i lotti 1, 2, 3, 4, 5, 6 e 7, e potranno essere aggiudicati allo stesso offerente un massimo di n. 1 lotti. Fermo restando quanto richiamato nel ns. Quesito n.1, si chiede di confermare che è possibile rimanere aggiudicatari di almeno n.2 lotti laddove si partecipasse ad uno o più lotti di cui al superiore punto 1) o ad uno o più lotti di cui al superiore punto 2) dando atto che lopzione 3) sopra indicata sia un refuso. Si richiedono, inoltre, le ulteriori seguenti delucidazioni: di confermare che con riferimento al macrogruppo di lotti n.1, 2 e 3, una impresa che partecipi al lotto n.1 come impresa singola, al lotto n.2 come capogruppo, ad esempio, di un costituendo RTI e al lotto n.3 come mandante, ad esempio, di un costituendo RTI, può rimanere aggiudicataria di tutti e 3 i lotti poiché i partecipanti, come gli esempi di cui sopra, costituiscono forme giuridiche diverse per ogni lotto; stesso discorso vale con riferimento al macrogruppo di lotti 4,5,6 e 7. RISPOSTA A QUESITO: In riscontro al quesito posto si chiarisce quanto segue: 1) I criteri suesposti, di cui all'art. 4.7 del Bando di Gara, nascono dal presupposto che la tipologia di servizi, pur rientrando tutti nella "manutenzione del verde pubblico", sono fondamentalmente di due tipi, e cioè "scerbatura" e "potatura" che, proprio per la loro natura, necessitano di tipologie di mezzi ed attrezzature diversi oltre che di diversa organizzazione del personale; pertanto si è voluto dare facoltà ai partecipanti, in funzione della propria partecipazione, di partecipare o ai soli lotti di "scerbatura", o ai soli lotti di "potatura", oppure a tutti i lotti, quindi l'opzione 3) dell'art. 4.7 del bando di gara non risulta essere un refuso; peraltro ciò è confermato dal comma 3 dello stesso art. 4.7 del bando di gara che recita "... E' facoltà degli operatori economici presentare offerta per uno o per più lotti o per la totalità degli stessi, secondo quanto sopra, per come previsto dall'art. 51, comma 2, del Codice."; successivamente al suddetto comma è previsto "All'operatore economico classificato primo in graduatoria in più lotti verrà aggiudicato esclusivamente il lotto di importo più alto e/o, in caso di uguaglianza di importo del lotto, secondo il successivo criterio d'importanza:"; 2) L'ultimo comma dello stesso art. 4.7 del bando di gara chiarisce: "Una deroga al principio di aggiudicazione di un numero massimo di un lotto è prevista qualora per un lotto si verifichi che tutti i concorrenti ammessi sono già assegnatari di un numero massimo di un lotto. In detta ipotesi, per evitare che il lotto vada infruttuoso, si potrà aggiudicare il medesimo al concorrente col punteggio più elevato, anche se già assegnatario di uno o più lotti. Il citato vincolo di aggiudicazione opera nei confronti dell'impresa partecipante a più lotti indipendentemente dalla modalità di partecipazione ai singoli lotti (in forma individuale o in forma di raggruppamento o in diversa altra forma di partecipazione). Nel caso di assegnazione di più lotti il concorrente dovrà dimostrare il possesso dei requisiti economici finanziari e tecnici professionali relativamente alla somma degli importi dei lotti assegnati. 3) Riguardo l'ultima parte del quesito posto è evidente che nelle ipotesi poste di partecipazione, trattandosi di soggetti giuridici partecipanti diversi , possono, al limite, aggiudicarsi tutti i lotti del primo gruppo (lotti 1, 2 e 3). Il RUP
  • Pubblicato il 20/05/2022
    R: richiesta chiarimenti - QUESITO: In riferimento al fatturato globale punto 5.5.2 "FATTURATO GLOBALE ANNUO RIFERITO AGLI ULTIMI N. 3 ESERCIZI FIANANZIARI DISPONIBILI (2019-2020-2021)" se per l'anno 2021 il bilancio non è stato ancora depositato si può partecipare ugualmente indicando il fatturato globale dato dal bilancio provvisorio? In attesa di un cortese riscontro si porgono cordiali saluti. RISPOSTA A QUESITO: In riscontro al quesito posto si conferma tale possibilità. Il RUP
  • Pubblicato il 19/05/2022
    R: rICHIESTA CHIARIMENTI REQUISITO ANGA - QUESITO: Essendo la scrivente in possesso di requisito ANGA 1 F, è possibile dichiarare espressamente su proprio DGUE il subappalto ad azienda in possesso di ANGA 1 E al fine del raggiungimento del requisito complessivo di ANGA 1 D? RISPOSTA A QUESITO: Riguardo il quesito posto si chiarisce che per il raggiungimento del requisito di iscrizione ANGA in categoria 1 classe D non è ammissibile con l'istituto del subappalto, con il quale il concorrente designa altro soggetto in possesso del requisito nel suo complesso (requisito di esecuzione), ma, al solo scopo di partecipazione alla gara, è ammesso l'avvalimento per il raggiungimento della fascia di classificazione dell'iscrizione all'albo nazionale gestori ambientali richiesta negli atti di gara (vedi parere ANAC n. 28 del 12/03/2015) (requisito partecipazione). IL RUP
  • Pubblicato il 19/05/2022
    R: Richiesta chiarimento - QUESITO: Con la presente si chiede se è possibile partecipare a tutti e 7 lotti avendo un fatturato specifico riferito al lotto più grande o per partecipare a tutti i lotti bisogna avere un fatturato specifico pari alla somma dei lotti a cui si partecipa. RISPOSTA A QUESITO: In riscontro al quesito posto si conferma la possibilità di partecipare a tutti i n. 7 lotti, fermo restando la possibilità di aggiudicazione di n. 1 solo lotto. Il requisito di capacità economica, previsto dal bando di gara, dovrà riferirsi solo al lotto di importo più grande di tutti quelli cui si partecipa. Il RUP
  • Pubblicato il 18/05/2022
    R: Richiesta chiarimenti - QUESITI: Quesito 1: Con riferimento allart. 4.7 del bando di gara Vincolo di aggiudicazione, non appare, a ns. avviso legittima e conveniente, la mancata possibilità di aggiudicazione per più di un lotto. Tale vincolo impone limpossibilità ad una impresa partecipante a più lotti indipendentemente dalla modalità di partecipazione ai singoli lotti (in forma individuale o in forma di raggruppamento o in diversa altra forma di partecipazione). Detta circostanza, a ns. avviso, risulta deleteria e non conveniente sia per i concorrenti sia per la Stazione Appaltante per le seguenti motivazioni:non sarebbe conveniente per una impresa partecipante a più lotti indipendentemente dalla modalità di partecipazione ai singoli lotti (in forma individuale o in forma di raggruppamento o in diversa altra forma di partecipazione) affrontare un rilevante investimento economico per la redazione di diversi progetti tecnici correlati ad ogni singolo lotto, avendo, poi, la prospettiva solo di aggiudicarsene uno ed uno soltanto. Cosa ben diversa, invece, sarebbe redigere e calibrare i singoli progetti tecnici per ciascuno dei lotti cui si intende partecipare, praticando delle considerazioni anche da un punto di vista delleconomia di scala al fine di ottimizzare i costi, le risorse, il coordinamento, le attrezzature, gli automezzi, lorganizzazione etc per un territorio più vasto, quindi più lotti. La Stazione Appaltante, daltro canto, ne beneficerebbe sia daL punto di vista del risparmio economico sia dal punto di vista della qualità progettuale. Si eviterebbe, ancora, il verificarsi di disomogeneità sul territorio non dovendosi confrontare con aggiudicatari per i vari lotti di servizio sempre diversi che hanno concorso limitando i costi di partecipazione e quindi di progettualità.Con lapplicazione dellattuale criterio di aggiudicazione si verificherebbe, invece, il caso contrario per cui i partecipanti concentrerebbero le loro energie solo sui lotti di maggiore importo, quindi appetibili, tralasciando quelli meno allettanti cui andrebbero, per forza di cose, destinati progetti scarni.A tal proposito, una impresa che partecipi ad esempio ad un lotto in forma singola e agli altri lotti in diverse compagini di raggruppamento temporaneo di imprese, dovrebbe avere anche lopportunità di rimanere aggiudicataria di tutti i lotti per i quali abbia praticato la migliore offerta, poiché detta impresa parteciperebbe ai diversi lotti di gara come un soggetto giuridico distinto e sempre diverso in quanto ogni singolo lotto di gara di per se non è strettamente collegato agli altri. Ad avvalorare largomento leggasi sentenza Consiglio di Stato sez. III del 31.12.2021 n. 8749 laddove: una gara abbia ad oggetto laggiudicazione di più lotti, ciascuno dei quali assume veste autonoma sia per il profilo procedurale che ai fini della partecipazione da parte di concorrenti, ogni lotto costituisce una procedura di gara autonoma e indipendente, che non subisce interferenze per effetto delle vicende che attengono agli altri lotti. Pur essendo, quindi, la procedura disciplinata dalla medesima lex specialis (bando, capitolato, disciplinare), a ciascun lotto corrisponde una distinta gara, potendo i concorrenti partecipare a tutti, o a uno solo, o ad alcuni dei lotti, con conseguente distinta aggiudicabilità degli stessi previa autonoma procedura valutativa delle offerte presentate per ciascuno di essi. Per contro, la convenienza per la Stazione Appaltante, pur mantenendo il principio del favor partecipationis, sarrebbe quella di poter ottenere il massimo vantaggio economico in termini di risparmio sulle offerte praticate da imprese partecipanti composte, ribadiamo, da soggetti giuridici distinti oltre la garanzia di una migliore qualità progettuale che, una pluralità di soggetti aggregati potrebbe realizzare sin dal progetto tecnico e mettere in pratica nellesecuzione dei servizi. Quesito 2: A pagina 11 punto 2) del disciplinare di gara, si chiede che il DGUE debba essere firmato da tutti i soggetti di cui al comma 3) dellart. 80 del D.Lgs. 50/2016; si chiede conferma che si possa allegare un DGUE firmato digitalmente solo dal legale rappresentante il quale attesta, per quanto a propria conoscenza, lassenza dei motivi di esclusione previsti dal codice, nei propri confronti e nei confronti dei soggetti di cui al comma 3), come previsto dal costante orientamento della giurisprudenza amministrativa. Quesito 3: lart 5.1.1 del bando di gara sulla garanzia provvisoria recita che: per effetto del vincolo di aggiudicazione, di cui al precedente art. 4.7, in caso di partecipazione a più lotti in gara la garanzia provvisoria dovrà essere prestata sullimporto più grande dei Lotti a cui si partecipa. Si richiede con il presente quesito come si può adempiere a quanto sopra richiesto poichè nellipotesi in cui un concorrente volesse partecipare a tutti i lotti, come anticipatoci dalla compagnia assicurativa, sarà necessario presentare n.7 cauzioni ciascuna con il relativo CIG ed importo di gara oppure ununica cauzione indicante tutti i CIG di gara e la somma complessiva degli importi a base dasta relativi a ciascun lotto, poiché limporto della cauzione è associato al CIG di ogni singolo lotto di partecipazione. Quesito 4: lart. 4.7 vincolo di aggiudicazione del bando di gara prevede che, conformemente a quanto previsto dall'art. 51 del D. Lgs. 50/2016, per la successiva aggiudicazione saranno seguiti i seguenti criteri: 1) Possono essere presentate offerte per un solo lotto, per alcuni o contemporaneamente per i lotti 1, 2, e 3, e potranno essere aggiudicati allo stesso offerente un massimo di n. 1 lotti; 2) Possono essere presentate offerte per un solo lotto, per alcuni o contemporaneamente per i lotti 4, 5, 6 e 7, e potranno essere aggiudicati allo stesso offerente un massimo di n. 1 lotti; 3) Possono essere presentate offerte per un solo lotto, per alcuni o contemporaneamente per i lotti 1, 2, 3, 4, 5, 6 e 7, e potranno essere aggiudicati allo stesso offerente un massimo di n. 1 lotti. Fermo restando quanto richiamato nel ns. Quesito n.1, si chiede di confermare che è possibile rimanere aggiudicatari di almeno n.2 lotti laddove si partecipasse ad uno o più lotti di cui al superiore punto 1) o ad uno o più lotti di cui al superiore punto 2) dando atto che lopzione 3) sopra indicata sia un refuso. Quesito 5: Si chiede di confermare che trattasi di refuso quanto richiesto allart. 5.9 del bando di gara dove si chiede che i subappaltatori debbano presentare in gara un proprio DGUE a dimostrazione del possesso dei requisiti previsti dallart. 80 del Codice poiché lart. 105 dello stesso D.Lgs 50/2016 e ss.mm.ii. non prevede più lobbligo di indicare in sede di gara la terna dei subappaltatori così come anche previsto dal D.L. 77/2021. RISPOSTA A QUESITI: 1) Si ribadisce la facoltà della Stazione Appaltante prevista dall'art. 51 del D. Lgs. 50/2016, e s.m.i., oltre al fatto che ogni lotto è già considerato singola gara in quanto prevede l'inserimento dell'offerta tecnica per ogni singolo lotto così come l'offerta economica. 2) Si conferma che il DGUE dovrà essere firmato solo dal legale rappresentante della ditta concorrente e/o della mandataria l'eventuale RTI. 3) Deve essere presentata una sola cauzione per l'importo massimo, a base di gara, dei lotti a cui si partecipa con l'indicazione di tutti i relativi lotti a cui si partecipa corrispondenti. 4) Si conferma quanto richiesto. 5) Per come chiarito al punto 2) nel DGUE dovrà essere evidenziata la volontà di subappaltare e la corrispondente tipologia di servizi. L'eventuale verifica prevista verrà effettuata in caso di affidamento e relativa richiesta di subappalto. IL RUP
  • Pubblicato il 11/05/2022
    R: INFOMAZIONI COMPILAZIONI MODELLI - QUESITO: buonasera, con la presente a chiedere se si può compilare un unico modello per i lotti prescelti (indicandoli in alto) o se si deve compilare un modello per ogni lotto. in attesa porgo, cordiali saluti RISPOSTA A QUESITO: In riscontro al quesito posto si rappresenta che i modelli possono essere compilati in unico modello indicando i lotti a cui si partecipa con i rispettivi CIG e inserendo gli stessi in piattaforma per ogni singolo lotto di partecipazione.
  • Pubblicato il 09/05/2022
    R: RICHIESTA CHIARIMENTI REQUISITO FATTURATO GLOBALE - QUESITO: In riferimento al punto 5.5.2 del Bando di gara si chiedono i seguenti chiarimenti: 1) nel caso in cui la ditta sia interessata a partecipare a TUTTI i lotti, l'importo cui fare riferimento per ciascun anno (2019/2020/2021) deve essere pari o superiore ad euro 1.715.815,33? RISPOSTA A QUESITO: In riscontro al quesito posto si chiarisce: 1) Il requisito è quello dell'art. 5.5.2 del Bando di Gara che cita "Fatturato globale annuo riferito a agli ultimi n. 3 esercizi finanziari disponibili (2019-2020- 2021) non inferiore al doppio dell'importo annuo posto a base di gara"; poi "Nel caso di partecipazione a più lotti il requisito del fatturato dovrà essere soddisfatto in base al valore più grande dei lotti a cui si partecipa"; pertanto, in caso a partecipazione a tutti i lotti, il fatturato globale per ogni anno riferito all'ultimo triennio non deve essere inferiore a 857.907,66, per come specificato nello stesso art. 5.5.2. Il RUP
  • Pubblicato il 05/05/2022
    R: DELUCIDAZIONI - QUESITO: Buongiorno, al punto 5. 5.3 lettera C) cosa si intende per idonee certificazioni ISO? al punto 5.6 viene accettata un ATI in cui un Impresa ha il 100 per cento dei servizi di verde ed una altra impresa che possiede la categoria 1 classe D da Voi richiesta per il conferimento a discarica. RISPOSTA A QUESITO: In riscontro ai quesiti posti si chiarisce quanto segue: 1) In merito alle idonee certificazioni ISO da possedere di cui al punto 5. 5.3 lettera C), esse sono citate nei criteri di valutazione dell'offerta tecnica, criteri ambientali minimi, all'art. 6 del Disciplinare di gara, e precisamente Sistemi di gestione della qualità UNI EN ISO 9001, gestione ambientale secondo la norma tecnica internazionale UNI EN ISO 14001 o registrazione EMAS secondo regolamento comunitario n. 1221/2009, gestione della salute e sicurezza sul lavoro UNI EN ISO 45001; la mancanza delle richieste certificazioni ISO non costituisce causa di esclusione ma un punteggio tecnico del criterio corrispondente pari a 0 (zero); 2) Si conferma che è possibile partecipare in ATI in cui un Impresa ha il 100 per cento dei requisiti previsti per i servizi del verde ed una altra impresa che possiede la categoria 1 classe D richiesta per la raccolta, il trasporto ed conferimento c/o idonei impianti di recupero. Il RUP
  • Pubblicato il 05/05/2022
    R: DELUCIDAZIONI - QUESITO: Buongiorno riguardo la vs. richiesta di cui al punto 5) punto 1 ( punto 2 ) si fa presente che la categoria 1 classe D) da voi richiesta rientra nella categoria della raccolta e trasporto a rifiuto ( vedasi conto terzisti ). L'appalto in questione prevede che è l'appaltatore il produttore dei rifiuti la categoria corretta dovrebbe quindi essere la 2 bis. Inoltre la delibera ANGA n. 7 del 28.07.2021 e la n. 4 del 22.12.2020 stabiliscono che la categoria 2 Bis e la categoria 4 possono trasportare rifiuti vegetali 20.02.01 ( vedasi allegato L quater ). Si invita quindi codesta Amministrazione a modificare il bando in quanto tale restrizione limita le imprese partecipanti oltre che essere non corretta. Distinti saluti. RISPOSTA A QUESITO: In riferimento ai quesiti posti si chiarisce quanto di seguito: 1) il Bando di Gara tratta servizi di sfalcio, diserbo e potature di are verdi di proprietà Comunale, per tanto il rifiuto proviene da aree pubbliche; infatti dal 1° gennaio 2021, data in cui è entrato in vigore il D. Lgs 116/2020, gli sfalci e le potature provenienti dalla manutenzione del verde pubblico tornano ad essere rifiuti e, quindi, gestibili esclusivamente mediante il possesso della categoria 1 richiesta dal Bando di Gara; 2) per effetto di quanto sopra non risulta vero che l'appaltatore risulti il produttore del rifiuto in quanto lo stesso deriva da attività su aree pubbliche; la categoria 2bis può essere esclusivamente utilizzata quanto la tipologia del rifiuto CER 200201 proviene da attività esercitate dall'appaltatore c/o luoghi privati e non pubblici; 3) stessa problematica di provenienza del rifiuto riguarda la categoria di trasporto 4 in quanto dall'elenco delle attività che producono rifiuti, di cui alla delibera ANGA n. 7 del 28.07.2021, allegato L quinquies, non si evince la presenza di aree pubbliche; pertanto il rifiuto con codice CER 200201 proveniente da attività su aree pubbliche non può essere raccolto e trasportato mediante il possesso della categoria 4; 4) in ultimo, ed alla luce di quanto sopra, il D. Lgs. n.116 del 2020 già citato, dove sono state integrate le definizioni di rifiuto urbano, inserendo, ha chiarito definitivamente all'articolo 183, comma 1, lettera b-ter), punto 5, "i rifiuti della manutenzione del verde pubblico, come foglie, sfalci d'erba e potature di alberi", pertanto gli sfalci e le potature provenienti dalle aree verdi pubbliche non possono più essere esclusi dalla disciplina dei rifiuti e possono essere raccolti e trasportati esclusivamente mediante il possesso della categoria 1 dell'ANGA. Il RUP
  • Pubblicato il 05/05/2022
    R: Richiesta chiarimenti - QUESITO: Buongiorno, con la presente si richiedono chiarimenti in merito al requisito di iscrizione alla cat. 1 dell'Albo gestori Ambientali: nel caso si partecipi alla procedura in R.T.I. costituendo, è sufficiente che il suddetto requisito sia posseduto dalla capogruppo o devono possederlo tutte le imprese raggruppate? Cordiali saluti. RISPOSTA A QUESITO: In riscontro al quesito posto si chiarisce quanto segue: 1) al punto 5.6 del Bando di Gara, in aderenza all'art. 83, comma 8 del D. Lgs. 50/2016, viene già chiarito che in caso di ATI possa partecipare un raggruppamento in cui la capogruppo ha in toto il requisito dell'iscrizione in categoria 1 ANGA, oppure un raggruppamento in cui la capogruppo ha il 100 per cento dei servizi di verde ed una altra impresa che possiede la categoria 1 classe D richiesta dal Bando; ai sensi dell'art. 5.8 del Bando, è anche possibile utilizzare l'istituto dell'avvalimento solamente per il raggiungimento della fascia di classificazione dell'iscrizione all'albo nazionale gestori ambientali richiesta negli atti di gara (vedi parere ANAC n. 28 del 12/03/2015). Il RUP
  • Pubblicato il 05/05/2022
    R: SERVIZIO DI MANUTENZIONE DEL VERDE PUBBLICO DEL COMUNE DI MESSINA - richiesta chiarimenti - QUESITO: 1) A pag 16 del Bando, allegato A) punto 5.5.2 CAPACIT ECONOMICA FINANZIARIA (ART. 83 COMMA 1, LETT.B DEL D. LGS. N.50/2016) è riportato: a. Fatturato globale annuo riferito a agli ultimi n. 3 esercizi finanziari disponibili (2019-2020-2021) non inferiore al doppio dell' importo annuo posto a base di gara riferito al lotto a cui si partecipa, IVA esclusa, come di seguito: a) Lotto 1 - 857.907,66 b) Lotto 2 - 857.907,66 c) Lotto 3 - 857.907,66 d) Lotto 4 - 457.923,00 e) Lotto 5 - 773.678,21 f) Lotto 6 - 773.678,21 g) Lotto 7 - 457.923,00 Gli importi indicati sono biennali, non è chiaro se bisogna riferirsi agli importi indicati o al doppio degli importi indicati 2) A pag 6 del Bando, allegato A) l'importo a base di gara è di euro 5.036.925,40 al netto di Iva e/o di altre imposte e contributi di legge, nonché degli oneri per la sicurezza dovuti a rischi da interferenze, degli oneri per la sicurezza da interferenze è pari a 98.763,24. A pag 9 - Valore dell'appalto si legge invece: l valore complessivo presunto dell'appalto, per la durata di 24 mesi (2 anni), è pari ad 5.036.925,40 oltre iva di legge, di cui 98.763,24 per oneri per la sicurezza. Si chiede quale interpretazione deve essere data? 3) Sempre a pag 16 del Bando, allegato A) punto 5.5.2 CAPACIT ECONOMICA FINANZIARIA (ART. 83 COMMA 1, LETT.B DEL D. LGS. N.50/2016) si richiedono il tre esercizi finanziari disponibili 2019 2020 - 2021 con comprova del requisiti attraverso bilanci approvati e note integrative, si chiede se il bilancio 2021 non è stato ancora approvato e quindi depositato, può essere preso in riferimento il triennio 2018 2019 2020? in alternativa per il 2021, a comprova della capacità economica finanziaria possono essere presentati i contratti di appalto in essere con elencazione delle fatture di riferimento emesse? Grazie. RISPOSTA A QUESITO: In esito al quesito posto si chiarisce quanto segue: 1) in riferimento ai requisiti richiesti all'art. 5.5.2 CAPACITA' ECONOMICA FINANZIARIA del Bando di gara, si chiarisce che bisogna riferirsi agli importi esplicitati nello stesso articolo, in quanto rappresentano già il doppio dell'importo annuo del servizio posto a base di gara; 2) è evidente che il valore complessivo presunto dell'appalto, per la durata di 24 mesi (2 anni), è pari ad 5.036.925,40 oltre iva di legge, di cui 98.763,24 per oneri per la sicurezza, non soggetti a ribasso d'asta offerto in fase di gara; peraltro gli importi sono ampliamente specificati all'art. 1.4 del Capitolato Speciale; 3) il triennio di riferimento richiesto dal requisito di cui all'art. 5.5.2 CAPACITA' ECONOMICA FINANZIARIA del Bando di gara, è il 2019-2020-2021; pertanto è ammissibile, a comprova della capacità economica finanziaria, anche una dichiarazione ai sensi del DPR 445, da comprovarsi in sede di verifica del possesso dei requisiti, riguardante i contratti di appalto in essere con elencazione delle fatture di riferimento emesse e tipologia del contraente. Il RUP
  • Pubblicato il 05/05/2022
    R: RICHIESTA CHIARIMENTI - QUESITO: Con riferimento a quanto previsto nel bando di cui al punto 5.5.1 punto 2), in relazione al requisito ANGA, si richiede se lo stesso può essere soddisfatto da subappalto qualificante. Inoltre, in merito ai costi della manodopera per tutti i lotti posti in gara, si chiede gentilmente di comunicare la Vs. stima dei costi indicando cortesemente i seguenti punti: -Numero del personale; -CCNL applicato/livello; -Numero di ore -Costo orario. -Anzianità di servizio Ringraziando anticipatamente, restiamo in attesa di leggerVi in merito RISPOSTA A QUESITO: In riscontro al quesito posto si chiarisce quanto segue: 1) in relazione al requisito d'iscrizione in categoria 1 classe D ANGA, si conferma che lo stesso può essere soddisfatto da subappalto qualificante da indicare obbligatoriamente in fase di gara con l'apposito DGUE; 2) in merito al secondo quesito si chiarisce per il costo orario che il CCNL di riferimento è Multiservizi, il numero del personale è evincibile dal personale minimo richiesto nel Capitolato speciale per livelli consoni alla esecuzione dei servizi posti a base di gara, il numero di ore è facilmente calcolabile in funzione delle frequenze previste dal Capitolato di Gara. Il RUP
  • Pubblicato il 29/04/2022
    R: richiesta informazioni - QUESITO: Buonasera, con la presente a chiedere entro quale data è possibile fare il sopralluogo, in quanto nel bando/disciplinare non è menzionato. in attesa porgo cordiali saluti. RISPOSTA A QUESITO: In riferimento alla richiesta in oggetto si chiarisce, percome riportato nelle informazioni sul Portale e-procurement, che il sopralluogo dovrà essere effettuato entro e non oltre le ore 13:00 del 27/05/2022. Il RUP
  • Pubblicato il 29/04/2022
    R: DELUCIDAZIONI - QUESITO: Buonasera si richiedono le seguenti delucidazioni: 1) Al punto 5.5.2 lettera a) per l'importo del fatturato si intende la media dei tre anni o la somma dei tre anni ? 2) l'Azienda possiede una polizza RCT ed RCO cioè verso terzi e verso i prestatori di lavoro che rientra nei requisiti da Voi richiesti. In fase di gara la suddetta è sufficiente ,o si deve produrre una polizza per ogni lotto o cumulativa con importo pari alla somma degli importi ? 3) Se si partecipa ad un lotto solo il fatturato globale richiesto e' il doppio riferito a quel lotto ma se si partecipa ad un gruppo di lotti l'importo sarà per il lotto con importo maggiore, in quest'ultimo caso l'importo sarà sempre il doppio ? RISPOSTA A QUESITO: In riferimento al quesito posto si chiarisce quanto segue: 1) l'importo del fatturato richiesto al punto 5.5.2 lett. a) del Bando di gara è riferito ad ogni anno e non è prevista né la media dei tre anni né la somma dei tre anni; pertanto il concorrente dovrà dimostrare il requisito richiesto riferito ad ogni singolo anno. 2) la Polizza RCT/RCO richiesta, in fase di gara, è sufficiente che sia riferita ai rischi inerenti alla propria attività e di importo adeguato all'entità dei servizi oggetto della presente procedura di gara. Successivamente all'eventuale effettivo affidamento dovrà essere integrata dai rischi inerenti i servizi affidati. 3) il punto 5.5.2 lettera a) del Bando di gara già chiarisce tale aspetto in quanto "Nel caso di partecipazione a più lotti il requisito del fatturato dovrà essere soddisfatto in base al valore più grande dei lotti a cui si partecipa" per come già specificati nello stesso articolo. Il RUP
  • Pubblicato il 28/04/2022
    R: requisito iscrizione albo gestori - QUESITO: Buonasera, con la presente si chiede se essendo iscritti all'albo gestori ambientali per una categoria 2bis, diversa da quella richiesta nella presente procedura è possibile avvalersi dell'iscrizione per la categoria Categoria 1 (Raccolta e trasporto di rifiuti urbani) CER 20 02 01 classe D. grazie. RISPOSTA A QUESITO: In riscontro al quesito posto si rappresenta che la questione è chiarita all'art. 5.8 del Bando di Gara nel quale è, infatti, stabilito, ai sensi dell'articolo 89, co. 10, del Codice dei Contratti, che l'avvalimento non è ammesso per soddisfare il requisito dell'iscrizione all'Albo nazionale dei gestori ambientali di cui all'articolo 212 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152. Ai soli fini della partecipazione alla gara, è possibile ricorrere all'istituto di Avvalimento per il raggiungimento della fascia di classificazione dell'iscrizione all'Albo nazionale gestori ambientali richiesta negli atti di gara (vedi parere ANAC n. 28 del 12/03/2015). Il RUP

[ Torna all'inizio ]